Prezzi degli immobili nel mondo nel 2020: le città a rischio bolla secondo UBS

19 ottobre 2020

Monaco e Francoforte a rischio bolla, Milano tra le migliori piazze a livello mondiale

 
La primaria banca internazionale UBS ha pubblicato nei giorni scorsi l’UBS Global Real Estate Bubble Index 2020, all’interno del quale vengono analizzati i prezzi degli immobili a destinazione residenziale nelle 25 città principali a livello mondiale. Ecco i dettagli del report.

La valutazione degli immobili: le principali città a confronto

La complessa situazione economico-sanitaria legata alla diffusione del Covid ha esercitato un deciso impatto sulla quotidianità, ridefinendo le nostre priorità anche in relazione al luogo in cui viviamo.

Per questo motivo, analizzare il mercato immobiliare è ora più che mai importante. Conoscere prezzi e trend delle varie città, infatti, permette di scegliere al meglio il luogo in cui vivere o investire.

La recente pubblicazione dell’UBS Global Real Estate Bubble Index 2020 da parte di Ubs Global Wealth Management ha permesso di osservare la valutazione degli immobili in 25 principali città tracciandone i prezzi e determinando un possibile rischio bolla. Il report analizza i prezzi degli immobili rispetto agli anni precedenti ed individua l’equità degli stessi rispetto al reale mercato di riferimento.

L’indice mostra che le principali città a rischio bolla sono europee, con Monaco e Francoforte in vetta; da ciò emerge dunque una resilienza del mercato immobiliare, visto il recente aumento dei prezzi nonostante la recessione globale. Prezzi in crescita anche per le città americane e asiatiche, con l’eccezione di Sidney, che si trova in un range medio-basso della classifica. Madrid, San Francisco, Dubai, e Hong Kong sono invece le uniche città che mostrano prezzi in ribasso.

La situazione dei prezzi del real estate in Europa: Milano tra le piazze immobiliari più attraenti

Secondo l’analisi effettuata, la maggior parte della città europee considerate sono a rischio bolla. In particolare Monaco, Francoforte, Parigi, Amsterdam evidenziano una generale sopravvalutazione (bubble risk >1,5), con il rischio di eventuali shock ribassisti. Tra queste non figura però Milano che, in linea con il 2018 e del 2019, si piazza ancora tra le città con i prezzi più equi ed in linea con il mercato di riferimento (indice 0,23) rientrando nella fascia a bassissimo rischio di bolla, preceduta solamente da Dubai e Chicago.

Il mercato di Milano, nonostante l’emergenza Covid si sta dimostrando quindi come uno dei più resilienti e attrattivi a livello internazionale, osservazione avvalorata anche dalla crescita dei prezzi dell’1,5% negli ultimi 4 trimestri.

“La crescita della popolazione, le attraenti condizioni di finanziamento e gli alloggi a prezzi accessibili sono qualità che dovrebbero permettere a Milano di posizionarsi come la migliore piazza tra le città europee” conclude il report.

La nostra piattaforma di equity crowdfunding, visto il successo delle campagne di raccolta recentemente portate a termine e che coinvolgono principalmente proprio Milano, continua a monitorare la situazione del mercato immobiliare cercando di prevedere il trend per il 2021 ed offrire opportunità d’investimento chiare e interessanti.

Per scoprire tutte le informazioni riguardo al funzionamento della nostra piattaforma di equity crowdfunding immobiliare e avere aggiornamenti su tutti i nostri progetti attivi e futuri, è possibile registrarsi, con il proprio indirizzo mail, sul nostro portale.
 

REGISTRATI GRATIS SU CONCRETE INVESTING

 

Devi essere autenticato per lasciare un commento