Il mercato immobiliare europeo 2020-2021: le previsioni di Scenari Immobiliari

23 febbraio 2021

Scenari immobiliari ha presentato l’European Outlook 2021 in cui evidenzia un calo di fatturato in tutta Europa nel 2020, ma con previsioni ottimistiche per la ripresa nel 2021

Il Report di Scenari Immobiliari evidenzia nel 2020 fatturato in calo di oltre il 10% in Europa e del 15% in Italia, dove però è previsto un ritorno alla crescita di quasi l’8% nel 2021. Per le compravendite immobiliari il calo nel 2020 è del 23,6%, ma con una prevista ripresa dell’8,5% nel 2021.

La situazione dei mercati immobiliari nel 2020

La crisi sanitaria innescata dalla diffusione del Covid-19 non poteva non influire sull’andamento dei mercati immobiliari europei che hanno infatti registrato nel 2020 un calo del fatturato superiore al 10 per cento, con una punta del 18,3% in Spagna. L’Italia è stata colpita duramente con un fatturato ridotto di oltre il 15% (un risultato comunque migliore rispetto alle previsioni effettuate nei primi mesi di pandemia). Quanto al mercato statunitense, il calo registrato è di quasi il 10%, ma la discesa potrebbe essere più forte e più lunga di quella europea, vista la quasi totale assenza di politiche di protezione dal virus.

Tornando in Europa, le quotazioni medie restano negative in tutti i settori, con esclusione della logistica. Il mercato più colpito è quello commerciale, dove si amplia la forbice tra piccola e grande distribuzione. Si tratta comunque di decrementi compresi tra il 2% e il 3%, dovuti più ad un effetto psicologico che non ad una vera e propria crisi.

In controtendenza solo gli investimenti istituzionali nel real estate europeo con un incremento del 2% alla fine del primo semestre 2020. Il residenziale ha registrato un incremento del 37%, la logistica del 5%, il retail del 18%. Il terziario ha invece registrato un calo del 16% rispetto al primo semestre 2019.

Le previsioni per il 2021: la quiete dopo la tempesta

Nonostante la situazione non certo rosea, le previsioni sul mercato immobiliare per il 2021 che emergono dall’European Outlook 2021, in linea con quanto previsto anche dal Global Investor Outlook di Colliers, non sono però catastrofiche. Secondo il Report di Scenari Immobiliari nel 2021 per il real estate sono attesi rimbalzi importanti in tutti i Paesi. Nel settore delle compravendite residenziali si attende un incremento di circa il 10%.

Per l’Italia in particolare è previsto un aumento del 7,8%, trainato dal settore residenziale (più 9%). La crisi del settore commerciale dovrebbe continuare anche nel 2021, mentre per il settore alberghiero si attende un vero boom.  Per il 2021 il fatturato globale dovrebbe tornare vicino alla soglia dei 120 miliardi di euro. Sul fronte degli investimenti per il 2021 è atteso un ritorno sui livelli medi dello scorso decennio (oltre 8 miliardi), con Milano protagonista e in forte ripresa.

È indubbio, ad ogni modo, che quanto accaduto cambierà profondamente il real estate e le aspettative di investitori e utilizzatori. Il ‘niente sarà come prima’ nel settore immobiliare è una realtà che si concretizzerà nei prossimi anni, con profonde trasformazioni sui prodotti e nei mercati” è quanto ha commentato Mario Breglia, presidente di Scenari Immobiliari, presentando l’Outlook. Ecco perché Concrete Investing continuerà, come ha sempre fatto, a monitorare l’evoluzione dei mercati immobiliari in modo da offrire ai propri investitori progetti di investimento immobiliare sempre al passo con i tempi ed in linea con le richieste del mercato.

Per saperne di più sulla nostra piattaforma, rimanere aggiornati e ricevere informazioni sulle opportunità nel real estate equity crowdfunding immobiliare, è possibile registrarsi, tramite l’indirizzo mail, sul nostro portale.

 

REGISTRATI GRATIS SU CONCRETE INVESTING

 

Photo by Nil Castellví on Unsplash

 

Devi essere autenticato per lasciare un commento