Global Real Estate Outlook Nuveen: uno sguardo al futuro del mercato immobiliare

26 maggio 2021

Il report di Nuveen Real Estate analizza le prospettive 2021 per il mercato immobiliare a livello mondiale

 
Secondo il report di Nuveen Real Estate, la pandemia non ha determinato un cambio di rotta per il settore immobiliare ma ha accelerato tendenze già presenti. Nonostante i lockdown, i grandi mercati europei sono rimasti attivi sul fronte degli investimenti.

Le previsioni a breve termine secondo Nuveen

Tutt’altro che in crisi, il mercato immobiliare sembra uscire quasi indenne dalla crisi scatenata dalla diffusione del Covid. I segnali di ripresa sono già visibili, tanto da rendere l’investimento nell’immobiliare una buona opportunità. In particolare, il report di Nuveen sul Real Estate ha rilevato che, nell’arco dei 12 mesi:

  • i finanziatori continuano a mostrarsi indulgenti nei confronti dei debitori nel settore immobiliare, convinti della temporaneità degli effetti della pandemia;
  • i mercati interni stanno reagendo bene, mentre a livello internazionale i flussi di capitale sono meno agili a causa delle restrizioni sugli spostamenti;
  • l’atteso incremento dell’inflazione e l’impennata dei rendimenti di lungo termine indicano un miglioramento delle prospettive di crescita e sosterranno un forte interesse per gli investimenti.

Inoltre, sempre secondo Nuveen, la quota di risparmi “forzati” generata dalle restrizioni per la pandemia è destinata a creare un effetto-rimbalzo nel settore dei consumi, guidando la domanda di case, e-commerce e servizi.

Nuveen Real Estate outlook: l’analisi sul lungo periodo

Per quanto riguarda le previsioni sul lungo termine, secondo il Nuveen Real Estate Outlook i principali trend destinati a cambiare il real estate in modo permanente saranno tre:

  • l’evoluzione del real estate alternativo: con l’evolversi delle opportunità di investimento nel prossimo decennio, il flusso degli investimenti in asset alternativi da investitori istituzionali passerà dal 10-12% a oltre il 50%;
  • l’incidenza dei fattori Esg (Environmental, Social and Governance) nel settore immobiliare: la transizione verso immobili a impatto zero è già in corso e normative europee ed americane sulle emissioni spingono verso una sempre maggiore attenzione per il valore sociale degli immobili. Il risultato, nel tempo, saranno opportunità di riqualificazione di tipologie immobiliari poco utilizzate per offrire qualcosa di più interessante alle comunità locali.
  • lavoro sempre più flessibile: tra le principali trasformazioni sociali imposte dalla pandemia spicca sicuramente il differente approccio al lavoro d’ufficio. Mai come in questo periodo storico home working e flessibilità sono parole chiave per le aziende. La diretta conseguenza è l’alta richiesta di immobili “smart” in grado di supportare modelli di lavoro ibridi e di edifici ad uso ufficio che possano avere un effetto positivo sul benessere personale.

Uno sguardo al mercato europeo

L’Outlook di Nuveen sottolinea che, nonostante i lockdown, i grandi mercati europei sono rimasti attivi sul fronte degli investimenti. Migliore la reazione dei mercati interni (Germania, Svezia o Francia) rispetto a quelli internazionali come Polonia o Regno Unito. Determinante in tal senso sono stati il sostegno dei governi, la politica accomodante della banca centrale e la tolleranza degli enti finanziatori che hanno alleggerito la pressione sugli investitori del real estate nei settori retail e alberghiero, quelli più in difficoltà.

Il settore della logistica è fiorente, con prezzi di affitto e vendita che dovrebbero salire nel corso dell’anno e anche il prop-tech acquista sempre maggiore rilevanza nel real estate, grazie allo spostamento delle attività online imposto dalla pandemia.

Quanto al settore retail, occorre distinguere tra grande e piccola distribuzione. I centri commerciali restano in maggiore difficoltà a causa delle chiusure imposte durante i lockdown, mentre i supermercati stanno traendo vantaggio dalle aperture prolungate, la chiusura dei ristoranti e la permanenza in casa.

In conclusione, il report Nuveen sul Real Estate lascia ben sperare per una ripresa rapida seppure con alcuni rallentamenti e qualche cambio di tendenza. Concrete Investing continua a monitorare con molta attenzione le evoluzioni del mercato immobiliare in modo da offrire ai propri investitori proposte sempre in linea con le richieste del settore.

Per scoprire i progetti attivi sulla nostra piattaforma e restare aggiornati su tutte le novità del real estate è sufficiente registrarsi sul nostro portale, gratuitamente, con la propria mail.

 

Registrati su Concrete Investing

 

Devi essere autenticato per lasciare un commento