Crowdfunding immobiliare: cos’è e come funziona

16 maggio 2022

Il Crowdfunding è una innovativa modalità di investimento che consente di raccogliere fondi (funds) “dalla folla” (crowd) attraverso piattaforme web che favoriscono l’incontro tra domanda e offerta.
 
Grazie al crowdfunding si apre la possibilità per un ampio pubblico di fare investimenti in settori, come quello immobiliare, fino ad ora rimasti ambito esclusivo di pochi investitori facoltosi. Anche piccoli investitori privati e risparmiatori oggi possono dunque facilmente affacciarsi al mondo del Real estate equity crowdfunding e godere di tutti i vantaggi riservati a chi sceglie questo tipo di operazione finanziaria. A guidare e tutelare gli investitori ci sono le piattaforme di equity crowdfunding immobiliare, come Concrete Investing.

Cos’è il Crowdfunding

Con il termine “Crowdfunding” si indica una innovativa  forma di finanziamento collettivo attraverso cui un gruppo di soggetti utilizza il proprio capitale  per finanziare la realizzazione di progetti innovativi. La raccolta di fondi avviene sul web attraverso campagne di finanziamento online e piattaforme specifiche ad esse dedicate, che promuovono l’incontro tra chi ricerca fondi per sostenere progetti e i potenziali investitori. Il lavoro delle piattaforme di crowdfunding è estremamente importante e delicato: si rivolge ad un gruppo di investitori spesso non qualificati e, quindi, oltre a promuovere i progetti da finanziare deve anche supportare i potenziali investitori nella valutazione e scelta dei progetti da sostenere.

Esistono diverse forme di crowdfunding, tra queste merita una menzione particolare l’equity crowdfunding (finanziamento sotto forma di capitale di rischio): una modalità di investimento che permette al pubblico di finanziare società non quotate in borsa, come start up e piccole e medie imprese. Gli investitori che scelgono di impegnarsi in questo tipo di investimento, di fatto, acquistano una quota della società in cui investono, diventandone soci a tutti gli effetti.

Crowdfunding immobiliare: a che serve e come funziona

Il ricorso al Crowdfunding nel settore immobiliare consente di raccogliere i fondi necessari a sostenere un progetto immobiliare grazie a un gruppo di finanziatori privati , che possono partecipare con cifre non necessariamente sostanziose. Uno dei principali meriti del crowdfunding è stato, dunque, quello di aver contribuito all’apertura del settore immobiliare ad un pubblico di piccoli investitori privati , che fino a pochi anni fa ne restava escluso. La raccolta di capitali  necessari a co-finanziare i nuovi progetti immobiliari avviene attraverso piattaforme di crowdfunding come Concrete investing, che devono, per legge, essere riconosciute da Consob. Tra i compiti delle piattaforme di Real estate crowdfunding c’è quello di presentare i progetti ai propri utenti, offrendo analisi e valutazioni dettagliate in modo da aiutare gli investitori, non necessariamente professionali e sofisticati , nella scelta dei progetti in cui investire.

Anche nel settore immobiliare, una distinzione importante riguardo alle forme di crowdfunding immobiliare esistenti è quella tra il lending e l’equity crowdfunding. Il primo è una modalità di finanziamento collettivo attraverso cui gli investitori contribuiscono a finanziare un progetto immobiliare prestando il loro denaro in cambio di un interesse remunerativo (prestito). Con l’equity crowdfunding, invece, chi investe acquista quote della società offerente che sceglie di sostenere economicamente diventandone quindi socio. Diamo uno sguardo ai vantaggi per gli investitori che scelgono quest’ultima forma di crowdfunding.

I vantaggi dell’equity crowdfunding immobiliare

L’equity crowdfunding è sicuramente uno strumento vantaggioso per chi è alla ricerca di fondi, in quanto permette di ricevere investimenti da più soggetti, in tempi più brevi rispetto ai tradizionali  iter bancari. Ma i vantaggi sono molti anche per gli investitori che scelgono il Real estate equity crowdfunding. Primo tra tutti la semplicità: per investire  non sono richieste qualifiche professionali, basta accedere alle piattaforme di crowdfunding immobiliare e scegliere con cura tra i vari progetti presentati. È possibile ottenere tutte le informazioni pubblicate sui portali e investire attraverso un processo completamente digitale. Inoltre, come già accennato, chi sceglie l’equity crowdfunding immobiliare acquista un vero e proprio titolo della società in cui investe, diventandone socio. Il guadagno è legato quindi alla compravendita dell’immobile finanziato, con un rendimento proporzionale alla quota investita.

Altro vantaggio di questa modalità di investimento riguarda l’affidabilità e la professionalità del servizio: i gestori delle piattaforme web, come Concrete Investing, devono necessariamente essere iscritte al relativo registro di Consob, il che garantisce agli investitori un adeguato livello di tutela sull’affidabilità gestionale del servizio. Inoltre, prima di essere presentato al pubblico, un progetto immobiliare viene studiato e valutato sotto diversi aspetti, soprattutto in riferimento alle potenzialità di crescita e sviluppo in modo da offrire agli utenti tutti gli strumenti necessari per fare la propria scelta. Ed in effetti tutela e valutazione sono parole chiave per Concrete Investing: tutti i progetti presenti sul nostro portale sono stati analizzati e valutati con cura per garantire la migliore tutela possibile a chi sceglie di investire tramite il nostro portale.

Per conoscere più nel dettaglio il mondo del Real estate equity crowdfunding e i progetti presenti sulla nostra piattaforma, registrati con il tuo indirizzo email al nostro portale e avrai subito accesso a tutto il materiale informativo per ciascuna operazione in corso.
 

Registrati su Concrete Investing

 

Devi essere autenticato per lasciare un commento